IN THE NAME OF AFRICA, l’evento di pixel art più grande al mondo che sposa arte e solidarietà è stata davvero una grande festa nonostante la giornata uggiosa.  Organizzato da CEFA onlus, questa grande performance, che si è svolta sabato 6 ottobre, ha voluto celebrare in modo originale la Giornata Mondiale dell’Alimentazione mettendo al centro “le donne della comunità contadine” del Mozambico.

La piazza è stata apparecchiata con 10.000 piatti bianchi, vuoti, a dire che ancora oggi 840 milioni di persone soffrono la fame. Una volta girati questi piatti hanno ritratto il volto di una donna africana, disegnata da Altan, il famoso vignettista.

È stato il pubblico presente a girare i piatti in modo che comparissero i disegni e solo grazie all’aiuto dei presenti il progetto artistico si è sviluppato e completato. Con una donazione di 5 euro, le persone hanno posto sui piatti dei palloncini rossi, a forma di cuore. E quanti selfie sono stati fatti! Le donazioni sostengono le donne del Mozambico perché producano tuberi, legumi e latte per dare cibo proteico ai bambini. Nell’intera giornata abbiamo raccolto 8.782,27 euro. Ma vogliamo continuare a sostenere le donne africane. Ora tocca a Bologna. Sabato 13 dalle ore 6.00 vi aspettiamo!!!

Il TG2 nella rubrica TUTTO IL BELLO CHE C’E’ ha raccontato il nostro evento. Clicca qui