• DOVE: comuni di Valsamoggia (BO), Spilamberto (MO) e Savignano sul Panaro (MO), Italia
  • DURATA: 18 mesi, da febbraio 2018 ad agosto 2019
  • BENEFICIARI: giovani dai 16 ai 25 anni, famiglie e bambini fino ai 12 anni, cittadinanza dei territori
  • DONATORI: AICS e Regione Emilia-Romagna
  • PARTNER: Overseas Modena, Ya Basta Padova, Associazione Hayat Bologna, Comune di Valsamoggia, Comune di Spilamberto, Comune di Savignano sul Panaro

 

 

Titolo originaleTra la via Emilia e il Sud: percorsi di inclusione sociale, lotta alla xenofobia e al razzismo, nei territori delle province di Modena e Bologna

 

Obiettivo

Il progetto si inserisce all’interno dell’ampio tema della convivenza, dell’integrazione e dell’inclusione sociale, indagando la relazione che intercorre tra questi aspetti e l’alto impatto politico, mediatico e culturale del fenomeno delle migrazioni. Il progetto si pone l’obiettivo di fornire strumenti per creare narrazioni inclusive sul tema della multiculturalità e della convivenza interculturale, al fine di contrastare l’emergere di intolleranza, razzismo e xenofobia.

Le narrazioni saranno create da chi vorrà partecipare al progetto, il quale prevede laboratori in ambito fotografico, cinematografico e di gestione del conflitto nelle relazioni interpersonali, oltre alla produzione di materiali artistici di vario tipo, che verranno condivisi col territorio.

La convinzione da cui nasce Tra la Via Emilia e il Sud, che guida le attività di CEFA, è che le differenze siano un elemento di arricchimento della società e che imparare a raccontarle sia parte fondamentale della vita di ognuno in comunità.

 

                                                 

                

 

 

Cosa facciamo

Fornire strumenti” è un’espressione che, nelle attività di progetto, viene presa alla lettera:
fulcro del progetto sono laboratori pensati per permettere ai partecipanti di raccontare le proprie  esperienze ed il proprio pensiero, in modo creativo e coinvolgente. I vari laboratori (sceneggiatura, fotografia, relazioni interpersonali) trattano il tema del contrasto alle discriminazioni, e le competenze guadagnate dalle persone sono poi messe alla prova sul territorio, attraverso una restituzione pubblica e la creazione di momenti di condivisione cittadina.

 

I laboratori:

Ognuno dei laboratori ha una diversa durata e si concentra su competenze teoriche e pratiche grazie all’alta professionalità dei partner e dei collaboratori. Le conoscenze verranno messe direttamente in pratica tramite eventi ed esercitazioni pratiche sul territorio.

 

Laboratorio di sceneggiatura e scrittura creativa 

L’obiettivo del corso è quello di scegliere strumenti di base per la realizzazione di una sceneggiatura di un film di finzione, con particolare attenzione ai nuovi linguaggi multipiattaforma dedicati al web. Partendo da un’idea, lo scopo sarà quello di imparare ad elaborare personaggi e plot credibili, sviluppare storie attraverso il lavoro di gruppo, contribuire alla realizzazione di una vera e propria sceneggiatura di lungometraggio.

Laboratorio di fotografia e socializzazione consapevole sul web

Il laboratorio avrà un’impostazione teorico/pratica, veicolando l’acquisizione degli strumenti metodologici attraverso i temi del racconto del quotidiano nel proprio territorio e dell’inclusione sociale. Le foto realizzate durante il laboratorio saranno valorizzate nei social del progetto Tra la Via Emilia ed il Sud, e una selezione curata da tutti i partecipanti verrà esposta nella Mostra finale.

Laboratorio esperienziale su relazioni interpersonali e non-violenza

Durante i laboratori verranno approfonditi in particolare i temi relativi all’emergere di forme di intolleranza, in particolare xenofobia e razzismo, attraverso la partecipazione ad attività di gruppo: queste attività saranno finalizzate ad un lavoro sul proprio modo di affrontare e di relazionarsi con l’altro e con sé stessi, con lo scopo di attivare dinamiche relazionali efficaci prendendo consapevolezza delle risorse emozionali e pratiche proprie e altrui.

 

Il film: “La guerra a Cuba”

Durante il laboratorio di sceneggiatura i partecipanti hanno lavorato alla creazione di un soggetto per il cinema: il soggetto è diventato una sceneggiatura alla base di un lungometraggio, che verrà girato nei tre territori di progetto e racconterà il tema dell’inclusione sociale e delle differenze nei territori di progetto.

La Guerra a Cuba verrà girato a Marzo 2019. Per maggiori informazioni clicca QUI.

Aiutaci a realizzarlo cliccando qui!

 

La restituzione sul territorio:

Le storie, le idee e le riflessioni emerse durante il progetto verranno  infine restituite al territorio, grazie agli strumenti appresi nel corso dei laboratori

Nel mese di giugno organizzeremo una rassegna cinematografica itinerante, che nell’arco di un mese toccherà tutti i territori coinvolti.
In ogni comune verranno organizzati eventi in cui verranno proiettati due film: uno, selezionato da esperti, tratterà i temi del progetto, l’altro sarà quello ideato e creato sul territorio. Contestualmente, verranno allestiti la mostra fotografica e i percorsi foto-letterari prodotti nelle altre attività. Il tutto si svolgerà con la collaborazione delle associazioni del territorio, per creare momenti condivisi di socialità e di approfondimento delle tematiche.

 

Vuoi partecipare?

Tutte le attività di progetto sono GRATUITE e sono aperte a tutti coloro che hanno voglia di partecipare!

É possibile, per chi interessato, prendere parte ai laboratori, partecipare alla realizzazione del film oppure semplicemente assistere agli eventi. Per saperne di più, basta cercare #viaemiliaesud su facebook, tenendo d’occhio le pagine di Cefa Onlus e di Overseas!

Le mail di riferimento sono s.malevolti@cefaonlus.it e irene-goldoni@overseas-onlus.org.

 

 

 

 

Il progetto è cofinanziato dall’agenzia italiana di cooperazione allo sviluppo e realizzato grazie al contributo della regione Emilia-Romagna.

1