• DOVE: Sebha, Libia
  • DURATA: 10 mesi da settembre 2017 a luglio 2018
  • BENEFICIARI: 35.000 abitanti delle comunità limitrofe ai centri medici, circa 40 membri del personale medico-sanitario delle strutture sanitarie
  • DONATORI: AICS
  • PARTNER: CIR, COSPE, IOCS

Titolo originaleSostegno al sistema socio-sanitario della città di Sebha

 

La città di Sebha è uno tra i centri urbani più insicuri della Libia, figurando quale polo principale di attività criminose legate al traffico di esseri umani oltre che al contrabbando di armi, stupefacenti, auto rubate, e carburanti. Tali attività illegali sono connesse all’ingente presenza di migranti e persone bisognose di protezione internazionale. A ciò si accompagna un diffuso stato di povertà, soprattutto nelle aree periferiche.

Come conseguenza del contesto, le strutture sanitarie presenti, sebbene collegate alla rete idrica ed elettrica, sono spesso danneggiate nella struttura e inefficienti nei servizi erogati riuscendo, nel migliore dei casi, a rispondere solo ad esigenze mediche di base. Su una popolazione di oltre 250 mila abitanti, almeno 20 mila persone necessitano di assistenza umanitaria, ma non hanno accesso neanche alle cure mediche primarie e ai medicinali.

 

L’obbiettivo del progetto di emergenza é quello di sostenere il sistema socio-sanitario della città, operando, con la collaborazione delle autorità locali e degli attori coinvolti, per il ripristino di un sistema gravemente danneggiato: rinforzando quattro presidi sanitari, provvedendo a fornire medicinali, formare personale medico competente, oltre che a supportare le categorie più vulnerabili in modo da garantire equità di accesso ai servizi. Inoltre l’intervento viene direttamente esteso anche alla popolazione con la finalità di diffondere buone pratiche di prevenzione.

 

1