• Dove: Governatorati di Gabès, Jendouba, Mahdia, Sousse et Sidi Bouzid - Tunisia
  • Durata:  39 mesi
  • Quando: Ottobre 2019 – Gennaio 2023
  • Beneficiari: 300 Giovani formati; 50 imprese ecosostenibili finanziate; 100 imprenditori; 100 consulenti d’impresa pubblici/privati; 40 associazioni; 100 funzionari pubblici
  • Donatori: Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo
  • Partner: COSPE, DIDA, NEXUS, Microfinanza e Sviluppo (AMS), ANETI, CITET, Association Gabès Action, ISBAS, Association Rayhana pour Femmes de Jendouba, Cit'ESS Mahdia, Cit'ESS Sidi Bouzid
  • Nome originale del progetto: RESTART - Riqualificazione Ecologica e Sociale dei Territori Attraverso il Rilancio dell’imprenditoria giovanile in Tunisia

Il contesto

Jendouba, Sidi Bouzid e Gabes presentano i più alti tassi di disoccupazione giovanile con picchi che superano il 40%, Mahdia e Sousse sono territori di migrazione interna, con profonde sacche di povertà urbana e sottoccupazione, dove i giovani sono per lo più impiegati come manodopera a basso costo in imprese delocalizzate e informali.

L’obiettivo

Le problematiche maggiori alle quali RESTART intende rispondere sono: la marginalizzazione socio-economica giovanile, la carenza di opportunità formative e di lavoro dignitoso, il diffuso sentimento di alienazione dei giovani rispetto alle loro comunità e territori.

L’intervento

RESTART intende agire a livello micro, sostenendo lo sviluppo di competenze giovanili per la creazione d’impresa attraverso un percorso di formazione professionale su ideazione, creazione e gestione, accompagnamento pre e post-creazione, assistenza tecnica su qualità, tracciabilità, innovazione, finanziamenti ad hoc e intermediazione finanziaria. A livello meso, sostenendo lo sviluppo di un eco-sistema di servizi adeguati per l’accompagnamento e il finanziamento dell’imprenditoria giovanile, fornendo assistenza tecnica alle istituzioni di micro-credito per l’erogazione di prodotti finanziari a sostegno dell’economia sociale e solidale. A livello macro favorendo sinergie tra imprese sociali, istituzioni ed enti locali, rafforzando la relazione con le comunità locali, attraverso la co-creazione di piani di valorizzazione territoriale e l’attivazione di partnership tra pubblico e privato sociale.

Attività Programmate

Il primo asse di lavoro prevede: formazione professionale certificata su ideazione, creazione e gestione d’impresa, accompagnamento pre e post-creazione, assistenza tecnica su qualità, tracciabilità, innovazione della produzione, mentoring e affiancamento delle start-up da parte di imprese all’avanguardia tunisine e italiane, finanziamenti ad hoc e intermediazione finanziaria.

Il secondo asse interviene sul consolidamento delle competenze di consulenti d’impresa pubblici e privati per sviluppare servizi adeguati all’imprenditoria sociale ed ecologica attraverso formazioni di formatori e un percorso di perfezionamento in Italia per giovani operatori di spazi di co-working, incubatori e acceleratori d’impresa. Assistenza tecnica è fornita alle istituzioni di micro-credito per l’erogazione di prodotti finanziari a sostegno dell’economia sociale e solidale. Una piattaforma digitale multilingue interattiva è creata per favorire connessioni virtuose tra start-up, centri di ricerca/formazione e attori istituzionali.

Il terzo asse è volto a consolidare l’empowerment dei giovani delle regioni target rafforzandone la relazione con comunità, istituzioni ed enti locali, attraverso la co-creazione di piani di valorizzazione territoriale e l’attivazione di partnership tra pubblico e privato sociale. Un percorso formativo di perfezionamento certificato permetterà ai giovani coinvolti di rafforzare competenze nell’ideazione di prodotti, servizi ed eventi locali e nazionali per la valorizzazione e riqualificazione territoriale.

Risultati

300 giovani formati in “ Generazione di idee imprenditoriali in settori innovativi legati alla riqualificazione ecologica e sociale dei territori” per la realizzazione di 300 Business Model Canvas.

175 giovani formati in “ Sensibilizzazione Economia Sociale e Solidale” e “Green Business Model Canvas”.

100 consulenti di impresa hanno partecipato al ciclo di webinar “Accompagnare la creazione di un’impresa sociale e solidale ecosostenibile in Tunisia nel post-Covid-19”. 

Questo progetto è cofinanziato da AICS. I contenuti della presente pubblicazione sono sotto la sola responsabilità del CEFA e in nessuna circostanza possono essere attribuiti all’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

Contatti:

Lorenzo De Blasio – Capo progetto CEFA RESTART 

l.deblasio@cefaonlus.it

1