• Titolo progetto: Escape discriminations - percorsi di sensibilizzazione sul contrasto alle discriminazioni
  • Dove: Emilia Romagna - Bologna, Faenza, Ferrara e Parma
  • Durata: 3 mesi
  • Quando: 01 Ottobre 2022 - 31 Dicembre 2022
  • Beneficiari: Ragazzi e adolescenti dai 13 ai 17 anni
  • Donatori: Regione Emilia Romagna - Bando per la promozione di una cultura della Pace 2022 Contributi per azioni, eventi, attività, iniziative sul tema della pace, intercultura, diritti, dialogo interreligioso e cittadinanza globale
  • Partner: CEFA (capofila), Cooperativa sociale Le pagine (Ferrara), Movimento Cristiano Lavoratori - Emilia Romagna

Il contesto

Il progetto Escape Discriminations nasce dall’esigenza di contrastare il fenomeno del razzismo e promuovere l’inclusione sociale.

 

L’obiettivo

L’iniziativa vuole attivare e far riflettere i giovani (13-17 anni) sulle diverse forme di razzismo e discriminazione che si possono incontrare nel quotidiano attraverso l’utilizzo dell’innovativa metodologia educativa non formale dell’Escape room.

 

L’intervento

L’iniziativa coordinata da CEFA coinvolgerà gruppi di ragazzi e adolescenti con particolare riferimento a ragazzi/e di origine straniera, che parteciperanno agli eventi e alle attività programmate nelle quattro città.

 

Attività Programmate

Le attività si svolgeranno in diverse giornate da ottobre a dicembre 2022 in quattro città dell’Emilia- Romagna (Bologna, Ferrara, Parma e Faenza): in ognuna di esse, i partecipanti verranno prima coinvolti nel gioco dell’ Escape Room a tema discriminazioni e successivamente prenderanno parte a un dibattito pubblico partecipato, tenuto da esperti sul tema delle discriminazioni e rappresentanti degli enti locali territoriali impegnati nelle politiche di contrasto alle discriminazioni. Il dibattito mira a stimolare il coinvolgimento diretto dei giovani e la riflessione sulla tutela dei diritti.

 

Risultati

Il progetto mira a raggiungere due risultati: il primo consiste nel rafforzamento delle capacità di analisi, prevenzione e contrasto delle discriminazioni di origine xenofoba tra gli adolescenti del territorio. Il secondo risultato interverrà sull’aumento dell’engagement della cittadinanza sui temi del contrasto alle discriminazioni attraverso eventi di sensibilizzazione sui territori e attraverso la costruzione di dialoghi con le autorità locali che si occupano delle tematiche di integrazione e contrasto alle discriminazioni.

 

Contatti

Federica Zito – Responsabile ufficio Educazione alla Cittadinanza Globale
e-mail: f.zito@cefaonlus.it

 

 

1