• DOVE: Villaggi di Ikondo, Matembwe, Isoliwaya, Kanikelele, Nyave, Ukalawa e Kitole, Tanzania
  • DURATA: 24 mesi da dicembre 2017 a novembre 2019; 11 mesi da febbraio 2018 a dicembre 2018
  • BENEFICIARI: diretti: 400 utenze tra famiglie, imprese private e fornitori di servizi pubblici; indiretti: l’intera comunità della Divisione di Lupembe (circa 39.000 abitanti)
  • DONATORI: Provincia Autonoma di Trento, Solidarietà Alpina, CEFA, Matembwe Village Company Ltd - MVC, Rural Energy Agency - REA, SIDA e DFID
  • PARTNER: Matembwe Village Company Ltd - MVC, Solidarietà Alpina; Njombe District Council, Diocesi di Njombe, la Divisione di Lupembe,

Sono due i progetti sul tema dell’energia che CEFA porta avanti in Tanzania:

Titolo originaleFostering rural electrification in Lupembe Division – District of Njombe

e

Titolo originaleExpansion of the Ikondo-Matembwe mini-grid

Il Piano Nazionale di Sviluppo Quinquennale 2016-17/2020-21 si pone come obiettivo di aumentare la percentuale della popolazione raggiunta dall’energia elettrica dall’attuale 36% (dati riferiti al 2015) ad oltre il 60% entro il 2021. L’accesso a moderne forme energetiche è essenziale per la fornitura di acqua pulita, servizi sanitari e medici e fornisce benefici allo sviluppo tramite affidabili servizi di illuminazione, riscaldamento, trasporti e comunicazione, tanto di più nelle zone più remote del paese. L’illuminazione domestica, spesso ancora ottenuta tramite candele e lampade a petrolio causa rischi alla salute e frequenti incendi. La creazione di attività economica, dalla trasformazione dei prodotti agricoli alla fornitura di servizi, diventa più difficile a causa delle necessità di ottenere l’energia tramite generatori o batterie delle auto. CEFA, presente nel Distretto di Njombe dal 1980, ha realizzato due centrali idroelettriche nei villaggi di Matembwe e Ikondo, che hanno fornito elettricità a enti pubblici per le attività dei dispensari e ambulatori sanitari e scuole e avviato un sistema di distribuzione dell’acqua con allacciamenti nei villaggi.
Grazie al progetto Increasing Access to Modern Energy Serices in ikondo Ward – Njombe, finanziato dall’Unione Europea e conclusosi nel 2016, è stato possibile installare nella centrale di Ikondo una turbina aggiuntiva da 350 kW e di estendere la linea di trasmissione della mini-grid, elettrificando così 4 nuovi villaggi (Isoliwaya, Kanikelele, Nyave e Ukalawa).
L’accesso all’elettricità garantisce alle famiglie di beneficiare di illuminazione interna e ha aumentato la possibilità di alimentare mezzi di comunicazione come radio e telefoni cellulari. C’è anche una grande attenzione al consumo delle biomasse più efficienti (come l’adozione di stufe migliorate), l’accesso all’elettricità che sta determinando una riduzione del consumo di legna da ardere, una minore deforestazione e consumo della terra, minor carico di lavoro per donne e bambini e minore inquinamento domestico (minor presenza di fumi).
Nei prossimi due anni CEFA lavorerà per dare continuità e migliorare i risultati ottenuti fino ad ora, contribuendo attivamente alla promozione dell’energia elettrica e all’estensione delle linee di distribuzione, con l’obiettivo di aumentare di 400 unità il numero di connessioni della mini-grid di Ikondo-Matembwe e di raggiungere un nuovo villaggio non ancora elettrificato (Kitole).

 

Questo progetto è cofinanziato dalla provincia autonoma di Trento. I contenuti della presente pubblicazione sono sotto la sola responsabilità del CEFA e in nessuna circostanza possono essere attribuiti alla provincia autonoma di Trento

 

Guarda la Gallery
1