Crisi Libica tra politica e migrazioni

Un momento d’incontro che ci vede ospiti di Bologna Estate, il cartellone estivo promosso e coordinato dal Comune di Bologna all’interno della manifestazione “Dammi il tiro”.
Quest’anno saremo ospiti all’interno della splendida cornice de “La Fattoria Masaniello” per parlare di Libia con l’intento di ricostruire l’importanza strategica rivestita dal paese senza perdere di vista lo scacchiere geopolitico mondiale. Attraverso testimonianze dal campo vi presenteremo non solo un paese logorato dalla guerra civile ma uno scenario di guerra profondamente mutato, segnato dalle potenze straniere in lizza, dal crollo del petrolio sui mercati e dall’ingovernabilità.

Parleremo di possibili soluzioni e prospettive con ospiti illustri come S.E. Card. Matteo Zuppi, Nello Scavo -giornalista di Avvenire – e le testimonianze dal campo dello Staff CEFA impegnato all’interno del paese.

L’IMPEGNO DI CEFA ALL’INTERNO DEL PAESE A SUPPORTO DELLA POPOLAZIONE.

A partire dal 2017, CEFA ha lavorato in Libia riabilitando quattro posti di salute di base a Sebha, nel Fezzan, garantendo l’approvvigionamento di medicine e presidi medici ad un ospedale pediatrico a sud di Tripoli mentre si appresta a lavorare su un ospedale nella città costiera di Zawiya. Gli interventi prevedono principalmente attività di formazione al personale ospedaliero e paramedico, donazioni di apparecchiature e medicinali ed infine campagne di sensibilizzazione sull’accesso ai servizi di base sanitari della popolazione migrante.

Parallelamente si sono svolte, assieme a Fondazione Albero della Vita e WeWorldGVC formazioni specifiche sulla negoziazione dei conflitti, la tutela dei diritti umani, la protezione dell’infanzia e sui temi fondamentali per creare una nuova consapevolezza nella popolazione libica sui temi riguardanti la tutela dei diritti della popolazione migrante.

L’arrivo del COVID-19 nel paese ha contribuito a un allarmante aggravio della situazione sanitaria nel paese. Il deteriorarsi del conflitto, con l’acuirsi dei combattimenti sta mettendo a dura prova le fragili istituzioni sanitarie del Paese, già indebolite da anni di guerra ed instabilità politica.
In questo contesto CEFA resta accanto alla popolazione vulnerabile sostenendo il lavoro del personale
medico dell’Ospedale pediatrico Jala’a con il dono di strumenti che andranno a rafforzare le capacità di intervento in emergenza, incluse le unità mediche necessarie alla risposta alla cura di pazienti affetti da COVID-19.

Qui sotto trovate il programma completo:

PROGRAMMA:

Introduzione: Flavio Lovisolo – Direttore Agenzia Italiana alla Cooperazione e Sviluppo Tunisia-Libia
Modera: Paolo Chesani – Direttore CEFA Onlus

Perché parlare di Libia oggi? Migrazioni e prospettive

Intervengono:

Nello Scavo – Giornalista di Avvenire

Card. Matteo Zuppi – Arcidiocesi di Bologna

Una voce dal campo.

Intervengono:

Mohamed Abdunaser Staff CEFA Libia

Tavola rotonda – situazione attuale scenari futuri e possibili soluzioni

Card. Matteo Zuppi – Arcidiocesi di Bologna
Andrea Tolomelli –
Responsabile progetti area Mediterraneo CEFA
Flavio Lovisolo –
Direttore Agenzia Italiana alla Cooperazione e Sviluppo Tunisia-Libia
Nello Scavo –
Giornalista di Avvenire
Francesca Mannocchi –
Giornalista Freelance

In linea con la normativa nazionale La Fattoria di Masaniello potrà ospitare massimo 70 persone all’interno del locale per cui la prenotazione è obbligatoria.
Per prenotazioni e cena chiamare il numero 0514128885

L’evento sarà trasmesso in diretta web sulla pagina ufficiale Facebook “Cefa- Il seme della solidarietà-
Onlus”