Oggi in Ecuador si è tenuto un evento di due giorni dove autorità, ministri, cooperative e i nostri colleghi si sono incontrati per concludere un lungo percorso che CEFA ha iniziato nel 2017 in collaborazione con il Ministero dell’Agricoltura e Allevamento e cooperazione tedesca GIZ nel paese. 

In questi 5 anni grazie al programma Cadenas de Valor Inclusivas y Sostenibles si sono sviluppate differenti attività e i risultati raggiunti sono davvero tantissimi. Rimanere accanto alle comunità dell’amazzonia è significato ridare dignità al loro lavoro, fermare l’avanzata dell’agricoltura intensiva e proteggere la foresta amazzonica. Insieme ai piccoli produttori di caffè, cacao e quinoa abbiamo migliorato le loro capacità produttive, riuscendo anche a fare entrare numerose attività commerciali nel mercato estero.

6000 ettari di caffè, 8000 di cacao e 1500 di quinoa sono stati riabilitati adottando buone pratiche agricole, sostenibili e adattabili al cambiamento climatico, sperimentando in campo nuove varietà di piante e nuove tecnologie.

Per quanto riguarda il caffè robusta dal 2017 l’incremento del rendimento degli alberi è aumentato del 704% e quello del cacao del 118%.  Inoltre sono moltissime le testimonianze dove il “cambio di chioma” (innesto) promosso da CEFA negli alberi di caffè e di cacao non solo ha fatto sì che questi diventassero più produttivi ma anche che crescessero di meno in altezza in maniera da aiutare gli agricoltori durante la raccolta, facendoli risparmiare anche tempo che hanno poi utilizzato per curare la famiglia e la comunità. 

Tra i tanti ottimi risultati e riconoscimenti ottenuti sicuramente i fiori all’occhiello di questi ultimi anni di progetto sono stati il SAC (Sistema Amministrativo Contabile): prima della sua implementazione il registro di compravendita veniva segnato su pezzi di carta e questi spesso si perdevano! Inoltre questo sistema è stato la base per la creazione del sistema di tracciabilità: scannerizzando un QR code si possono sapere tutte le informazioni del prodotto, dal lotto di terreno al cacao, anche in un’ottica di facilitare l’esportazione verso l’Europa.

Ringraziamo le agricoltrici e gli agricoltori per aver intrapreso questo percorso insieme a noi e che con il loro duro e instancabile lavoro mandano avanti il Paese. Ringraziamo anche le associazioni che ogni giorno si sforzano per crescere e per migliorare il settore produttivo.

Salutiamo anche tutte le persone, istituzioni, Università e Imprese con le quali abbiamo collaborato durante questi anni.

Noi continueremo il nostro lavoro come CEFA, che da 50 anni aiuta le comunità in Africa e America Latina a raggiungere l’autosufficienza alimentare e il rispetto dei diritti fondamentali e lasciamo il compito a queste comunità sparse tra l’amazzonia, le Ande e la costa ecuadoriana il compito di seguire il percorso che insieme abbiamo tracciato. 

La missione di Patrizio Roversi in Ecuador

Patrizio Roversi è da poco tornato dalla sua missione in Ecuador dove ha visitato i nostri progetti e conosciuto le comunità con cui abbiamo lavorato in tutti questi anni. Presto usciranno tutti gli episodi che racconteranno il suo viaggio, ma nel frattempo, ecco qui un’anteprima!