Nella giornata mondiale per l’alimentazione fa piacere sapere che il Nobel per l’economia sia stato assegnato a Esther Duflo, studiosa e ricercatrice che si occupa di lotta alla povertà e alla fame nel mondo.

Una donna che nei suoi studi ha reso ben presenti i bisogni delle donne, specialmente quelle africane. Esiste una stretta correlazione fra sviluppo economico e capacità delle donne di accedere agli elementi utili allo sviluppo, come istruzione, cure mediche, lavoro, diritti e appunto il cibo. Povertà e la mancanza di opportunità generano disuguaglianze fra uomini e donne, ma nella nostra esperienza proprio da queste ultime partono i più efficaci programmi di sviluppo.

Per questo come Cefa ci impegniamo al fianco di allevatrici, agricoltrici e imprenditrici locali per promuovere la formazione agricola e rendere così le comunità e i nuclei familiari più forti e capaci di affrontare anche gli effetti dei cambiamenti climatici.

La fame affligge oggi ancora oltre 800 milioni di persone nel mondo. C’è ancora molto da studiare, fare ed aiutare se vogliamo che tutti abbiano da mangiare. Unitevi a noi in questo impegno.

Raoul Mosconi

Presidente Cefa