Cefa Onlus

Dar es Salaam: l'esperienza del Summer Camp 2011

Stampa pagina
Da Dar Es Salaam, Marina Mazzoni.
Un gruppo di otto studenti americani, provenienti dalla Holyoke Catholic High School di Springfield, Massachusetts, ha animato per due settimane la vita di ragazzi e bambini di Mbagala, uno dei quartieri più poveri e difficili di Dar es Salaam. Dal 27 giugno al 9 luglio, infatti, i giovani studenti americani, supportati da quattro loro accompagnatori, hanno realizzato attività ludico-sportive presso il Bugdadi Day Care Centre del Cefa e presso il campo sportivo della scuola primaria del quartiere, coinvolgendo, in totale, più di 300 ragazzi e bambini del posto, precedentemente iscritti al campo estivo. In queste due settimane i ragazzi americani e i loro accompagnatori, supportati quotidianamente nella gestione e nella realizzazione delle attività dallo staff del centro diurno di Bugdadi, sono partiti ogni mattina verso il quartiere di Mbagala: un gruppo si è occupato di attività soprattutto di carattere sportivo presso il campo adiacente alla scuola primaria, ogni giorno in compagnia di più di 100 ragazzi, mentre l'altro gruppo si è dedicato ad intrattenere i bambini che normalmente frequentano il centro diurno (una trentina) e altri quaranta bambini del quartiere, con giochi, attività artistiche, canti e balli. 
Durante queste giornate i ragazzi hanno organizzato minitornei di calcio, partite di pallavolo e baseball, semplici e divertenti attività artistiche per realizzare piccoli manufatti con colori, cartapesta e materiale di recupero; hanno fatto colazione e pranzo tutti i giorni insieme, con biscotti, sode e panini preparati da alcune madri dei bambini del centro diurno; hanno visitato la fiera del saba saba, giorno di festa nazionale per la Tanzania; hanno partecipato ad una festa finale, l'ultimo giorno del campo estivo, che è stata animata da un gruppo di musicisti locali, Club Wazo, i quali hanno coinvolto ragazzi e bambini in giochi, balli e canzoni. 
È stata un'esperienza costruttiva e preziosa per entrambe le parti in gioco: da un lato, i giovani studenti americani hanno avuto la straordinaria possibilità di vedere da vicino e di imparare a conoscere una realtà molto lontana dalla loro; si sono relazionati, non senza difficoltà, soprattutto a causa della lingua, con ragazzi quasi loro coetanei e con bambini con dure storie di vita alle spalle, caratterizzate da povertà, abbandono, disabilità. Dall'altro lato, i ragazzi di Mbagala si sono trovati come investiti da una ventata di novità e di spensieratezza: hanno incontrato un mondo con cui non avrebbero mai avuto l'opportunità di rapportarsi se non in questa occasione, si sono sentiti protagonisti e al centro dell'attenzione, hanno riso, giocato, mangiato insieme, hanno vissuto due settimane intensissime. 
Nonostante questo divario di esperienze, si è creato, fin da subito, un clima di collaborazione, allegria e complicità tra i ragazzi del posto e i ragazzi americani: entrambi i gruppi hanno mostrato motivazione, voglia di relazionarsi e di condivisione, entrambi hanno approfittato e goduto di questa opportunità senza tirarsi indietro. È stata una festa!
Share |
cefaonlus.it
Copyright 2009 Cefa Onlus
Privacy policy Credits

CEFA Onlus, Via Lame 118 - 40122 Bologna
Tel. 051520285 - Fax 051520712
info@cefaonlus.it - C.F. 01029970371