Cefa Onlus

Progetti nel Mondo

Stampa pagina
LESS IS MORE - ALL INCLUSIVE

Il progetto intende migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità in Tanzania attraverso l’adozione di un approccio olistico fondato sui principi della riabilitazione su base comunitaria che combini: riabilitazione sanitaria, economic empwerment e inclusivita’ socio-educativa.  Secondo l’Integrated Labor Force Survey 2014 le persone con disabilità presenti nella citta’ di Dar es Salaam (ca. 5.000.000 di persone) rappresentano il 7,2% della popolazione totale. Limitati nell’accesso all’educazione primaria ed emarginati da adulti dalla partecipazione attiva all’economia del Paese, le persone disabili spesso finiscono ai margini della società, condizionando anche il benessere socio-economico delle loro famiglie. Povertà e carenza di strutture sanitarie specializzate limitano l’accesso ai servizi di riabilitazione, accentuando i disagi legati alla disabilità. Il progetto prevede la costruzione di un centro di riabilitazione nel quatiere di Kawe (Dar es Salaam nord) su un terreno messo a disposizione dalla Congregazione delle Sorelle di Ivrea. Il centro sara’ composto da: una palestra, ambulatori, aule formative e uffici. Oltre alle problematiche piu’ legate agli aspetti sanitari e riabilitativi si aggiungono pregiudizi e stigma sociale che portano alla esclusione delle persone disabili dai processi decisionali nella comunità, dalla politica e dalle occasioni di socialità. La marginalizzazione sociale condiziona anche il grado di conoscenza dei propri diritti, come emerso da un sondaggio del partner di progetto CCBRT (2014) che ha rilevato che solo il 43% delle persone disabili intervistate sapeva dell’esistenza del Disability Act 2010 (la legge Tanzaniana sulla disabilita’). Il disagio vissuto da queste famiglie è accentuato in un contesto urbano come Dar es Salaam dove, all’alto tasso di disoccupazione e alla carenza di servizi sociali, si aggiunge la mancanza della rete sociale di supporto tipica dei villaggi. In questo contesto sociale CEFA si impegnera’ affinche’ le persone disabili e i loro famigliari possano raggiungere il diritto universale ad un lavoro dignitoso attraverso l’organizzazione: di corsi di formazione professionale, apprendistati in aziende, ideazione di attivita’ generatrici di reddito e supporto ad una scuola professionale governativa che si occupa esclusivamente della formazione di giovani disabili.  Il progetto vuole rispondere alle problematiche descritte adottando un approccio olistico di riabilitazione su base comunitaria che intervenga su tre aree: riabilitazione medico-sanitaria, economic empowerment (EE) e inclusività socio-educativa. L’iniziativa comprenderà, l’offerta di servizi di riabilitazione, capacity building per personale sanitario,corsi di formazione professionale e apprendistato, supporto all’inserimento lavorativo e all’avvio di attività generatrici di reddito (AGR), campagne di advocacy e supporto all’inclusione scolastica e sociale.  Si realizzeranno 12 corsi di formazione realizzati (cucina e housekeeping, estetista e giardinaggio). I corsi saranno realizzati direttamente da CEFA e saranno composti da un modulo teorico e uno pratico propedutico ad un periodo di apprendistato in azienda; -        Supporto il Centro “Yombo” tramite la ristrutturazione di dormitori ed aule, l’acquisto di materiale/attrezzature per la formazione, capacity building al personale ed apprendistati per studenti -        Realizzati corsi brevi di orientamento professionale per persone disabili non qualificate, seguiti da apprendistati in azienda  BENEFICIARI 200 giovani disabili e famigliari di persone disabili formate e inserite in programmi apprendistato presso aziende e 40 aziende coinvolte nel programma di apprendistato  
Verranno inoltre promosse opportunita’ di auto-impiego rivolte a  persone con disabilita’ e ai loro famigliari   -        Realizzazione di corsi di business literacy (matematica, contabilità di base, analisi di mercato, incontri di conoscenza con istituti di micro-finanza); -        distribuzione di start-up kits (attrezzature e materiali) per l’avvio di attività generatrici di reddito (AGR) -        Supporto all’avvio di due attivita’ generatrici di reddito che impieghino persone disabili e loro famigliari  BENEFICIARI 50 famigliari di persone disabili coinvolti nel corso di business literacy (in particolare genitori dei bambini frequentanti il centro di riabilitazione di Kawe) e 40 start-up kits distribuiti ai beneficiari più meritevoli tra i partecipanti ai corsi professionali che non hanno trovato un impiego formale in seguito ai corsi di formazione.  Verrà inoltre realizzato e avviato un centro di Riabilitazione su Base Comunitaria nel quartiere di Kawe (Dar es Salaam nord)   -        Realizzazione delle opere edili e degli allestimenti; -        Selezione, ingaggio e formazione del personale (terapisti e operatori comunitari); -        Promozione ed avvio dei nuovi servizi -        Campagna di informazioni e formazione rivolta al personale dei reparti di ostetricia e pediatria attiva a Dar es Salaam BENEFICIARI 2.000 bambini disabili e loro famigliari, 428 personale sanitario  
Share |
cefaonlus.it
Copyright 2009 Cefa Onlus
Privacy policy Credits

CEFA Onlus, Via Lame 118 - 40122 Bologna
Tel. 051520285 - Fax 051520712
info@cefaonlus.it - C.F. 01029970371